adulti ancora a scuola

AAAS e l’ELEFANTE

Febbraio 2020 – A Barga, una cittadina a nord della Toscana, accadeva qualcosa che sarebbe stato difficile immaginare.

Nel Gennaio 2024 per quegli adulti sono passati quattro anni dall’inizio del percorso di introduzione all’informatica. Tanti e tanti mega-bites sono passati sotto e sopra i ponti digitali.
“Un corso di informatica, un topolino che ha partorito un elefante.”
Le aspettative e le coincidenze, gli incontri tra le persone possono generare situazioni inaspettate. Partorire un elefante: chi l’avrebbe mai detto!
E sotto il cielo della Pania, Bella Sempre! A Barga dove vivono EVa Dritta e Negro Amaro.
La materia del corso iniziale cui si erano iscritte le persone di UniTre_Barga era Informatica Pratica. Informatica, ok! Ma, Pratica? Niente d’eccezionale, a scuola si fanno i compiti e così si fa pratica col computer! Nella maggior parte delle scuole si fanno esercizi, e ce ne sono pure sui libri per far pratica, esercitarsi alla materia, mettere in atto gli insegnamenti ricevuti. Sono esercitazioni standard, un contenuto vale l’altro, serve soltanto a far usare informazioni, nozioni, regole e procedimenti ricevuti dall’insegnamento.
Ecco, qui, c’è stato il tocco portoscompiglio del professore del corso, anzi dei corsi poiché dall’inizio erano due: base e un po’ più su! Le cose, di come andarono, si ritrovano nel blog adultiancoraascuola,eu. Per praticare gli insegnamenti occorrono esercitazioni. Ma perché non cercare i materiali su cui esercitarci tra le cose che facciamo realmente, tra i pensieri, tra gli argomenti della nostra vita? E perché non ci mettiamo del nostro? Questa è la metodologia di apprendimento che il prof Renato Luti, alias Portoscompiglio, ha affinato durante i suoi decenni di insegnante nella scuola del mattino e in quella per gli adulti chiamata CTP. Portare gli apprendenti, gli studenti, a lavorare, ragionare, esercitarsi non più su contenuti avulsi, ma su contenuti vissuti, conosciuti o da scoprire assieme! Una metodologia straordinaria che dà frutti deliziosi. Certo ci vuole che le aspettative del gruppo classe si corroborino, che le coincidenze siano positive, che le persone non siano nevrasteniche, o imparino un atteggiamento di fiducia nel gruppo classe e nelle attività proposte.
Ecco il primo passo verso l’invenzione! Dell’elefante?
Forse nessuno degli apprendenti si aspettava che in gruppo potesse avvenire, ma poi le loro occhiate d’intesa, le buttatine, l’attesa e la perplessità col silenzio, le schive dichiarazioni di “ma noi non sappiamo farlo” diventavano sempre meno convinte. E passavano i mesi. E sono passati quattro anni, ancora a scuola assieme!
Usare il metodo di insegnare (e imparare) una materia riferendosi anche alle nostre cose e alla nostra vita produce esperienze pluridisciplinari: viene da sé che non si parla esclusivamente di informatica, i contenuti presi dalla nostra esperienza, dai nostri pensieri, dalle simulazioni di situazioni reali portano, appunto, a imparare a pensare, a pensare come dire, a scrivere, a fotografare, a non copiare ma a comporre … Informatica Pratica e molto altro … un elefante!
I passi verso l’invenzione, verso la scoperta di essere capaci di fare cose nuove, diventano via via più sicuri; ognuno con i suoi tempi, ognuno con la propria personalità, le proprie reticenze e la propria pazienza.
Così sono venute le prime presentazioni multimediali, costruite individualmente e anche in modo condiviso; è arrivato il blog condiviso maidiremaiadulti.blogspot.com; i calendari per gli anni 2021, 2022, 2023 in formato digitale e poi in formato stampa; l’avventura fantastica è stata raccolta in Ricordi dal viaggioLa vicenda fantastica nell’isola delle mascherine; poi l’invenzione di Little English e Let’s speak English, due classroom on line per apprendere assieme la lingua inglese, sorrette dalla presenza nel gruppo di Emma madrelingua inglese; anche questo nel piatto del condividere, del mettere a disposizione le competenze personali; nel 2023 è arrivato il Convegno sulla Educazione Permanente; e quindi la presenza su Il Giornale di Barga con gli ANGOLI degli AAAS, una rubrica sulla metafora del tempo che viene raccolta in un volumetto che uscirà a settembre 2024
Se il topolino non ha partorito un elefante, poco ci manca! E l’andare ancora a scuola per questi adulti è per prima cosa una palestra di crescita di consapevolezza digitale ma assieme un campo di acquisizione continua e di miglioramento di abilità diverse. Più svegli di prima!
Siamo a Maggio 2024 e la redazione del gruppo degli AAAS e de L’ANGOLO degli Adulti Ancora A Scuola ( la rubrica che è stata ospitata sul mensile Il Giornale di Barga nel 2023-24 in 11 puntate) è formata da Patrizia Mugnai. Emma Saisi, Pieranna Nardi, Daniele Pieroni, Rita Pieri, Maria Rosa Rigali, Luciana Gonnella, Maria Lammari, Francesco Santini, Mariella Traggiai; coordinamento del prof Renato Luti, alias Portoscompiglio. Questa redazione si appresta a pubblicare un volumetto che raccolga Gli Angoli degli AAAS con i testi in italiano ed in lingua inglese.

Il libro ha in bozza  già un titolo e una copertina.

Una risposta a “AAAS e l’ELEFANTE”

  1. IO SONO UN TOPOLINO (AAAS) QUASI ELEFANTE!!!!(nata 1953)
    Come scritto nel nostro logo:
    “NON È IMPORTANTE L’ETA’ MA AVERE QUALCUNO CON CUI CRESCERE”👌

    Sono iscritta al corso d’informatica pratica dal 2020. All’inizio, durante il lock down mi ritrovai on-line in una classroom virtule, e successivamente in presenza nell’aula d’informatica, “finally I’m back to school, it’s wonderful!😊
    Da primo non mi è stato facile. Dentro di me pensavo, “oh my god, I can’t do it!”😒 ma grazie all’insegnamento paziente e la capacità didattica del nostro Professor Luti, cioè PORTASCOMPIGLIO, sono riuscita a scavalcare in “INFORMATICA PIÙ SU”.
    …..e non ci siamo più fermati!!! a grandi passi siamo entrati nel BLOGSPOT, LET’S SPEAK ENGLISH e costruito i nostri CALENDARI.🗓️ Tutto questo è stato facilitato mettendo in pratica le abilità acquisite nel campo dell’informatica e non solo.
    Ne abbiamo fatta di strada. Ebbene si, siamo anche diventati una redazione, gruppo AAAS. Scriviamo i nostri ANGOLI, dove raccontiamo tra presente e passato. Le nostre storie sono state apprezzate e pubblicate dal GIORNALE DI BARGA. 📰🗞️

    …e adesso siamo pronti per pubblicare il nostro 📖 libro. Una raccolta di storie che ripensa alla vita passata, con la voglia di raccontare le nostre esperienze, e di ricordare le tante persone che hanno camminato insieme a noi.
    Diciamo che è un regalino di noi Nonni e Nonne ai nostri nipoti. 👯‍♀️👯‍♀️👯‍♀️👯‍♀️👯‍♀️👯‍♀️

    “c’è sempre da imparare …. se da topolino vuoi diventare elefante.!!!”

    THE TITLE OF OUR BOOK SAYS:
    “THERE IS SOMETHING BEAUTIFUL IN EVERY TIME”

    Thanks Teacher for helping me to grow up!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.