Crea sito
adulti ancora a scuola

Era nell’aria: AAAS, un successo!

 

corso baseÈ stata una vicenda fantastica, una fatica bellissima, quindi nessuna sorpresa che alla sua conclusione le valutazioni siano alte e straordinariamente positive. Era nell’aria, perché la nostra esperienza di didattica on-air nella educazione non-formale di informatica per adulti non era finta, era viva e reale, ed inevitabilmente coi suoi buchi tecnici e le lacune di una Italia povera in digitale.

Nel sondaggio per la valutazione del corso, proprio riferendoci alla più lunga fase di istruzione a distanza si è chiesto:
Quanto valuteresti la parte del corso on line di Aula leggera? Risposta:  5 Stelle/5!

Grazie per le 5 Stelle assegnate al nostro corso on line!
Chiunque con questo collegamento può visualizzare un riepilogo delle risposte
https://forms.office.com/Pages/AnalysisPage.aspx?id=DQSIkWdsW0yxEjajBLZtrQAAAAAAAAAAAAN__pVlhXZUOUdWNEhGRTJLSjY0R0dLTDk4NjRKUkRKRC4u&AnalyzerToken=ZSpgDvFVtSHmdIwNE1BBo24z61rC4kRk

Il secondo sondaggio riguarda ogni corsista che ha valutato se stesso/a: facendo Autovalutazione.
I dati di sondaggio sono anonimi e complessivi, cioè si presentano con un valore medio, ognuno può interpretarli seguendo il riepilogo che segue:
Quanto già conoscevi di ciò che il corso ti ha presentato?    Il 37,6%
Quanto hai potuto esercitarti al fuori delle lezioni in aula?   Il 76,6%
Al computer ci vuole occhio alle finestre che appaiono, tu quanto pensi di averne maturato?     Il 57,6%
Il mouse è fondamentale, quanto ritieni di essere abile e precisa/o con esso?   Il 67,6%
La tastiera: quanto hai velocizzato la tua padronanza nel digitare?   Il 62,6%
Misurandoti al corso, quanto ti senti migliorata/o nella comprensione delle lezioni?   Il 67,6%
Quanto ti sembra di aver imparato?   Il 72,6%
Quanto il corso ha soddisfatto le tue aspettative per quello che credevi di poter imparare? L’82,6%
Alla attività del corso on line, quante delle 5 stelle daresti?  4 Stelle, 43  
Della attività del corso on line quale valore ha tua soddisfazione?   L’88,6%  

Quelli espressi sono traguardi e valutazioni delle corsiste e dei corsisti. Che misurano se stessi, non il corso per se stesso. I numeri possono sembrare aridi, tuttavia danno chiara la misura delle cose fantastiche avvenute. Questi numeri indicano quanto impegno e determinazione hanno messo questi/e adulti ancora a scuola, e sono indice di quante aspettative su questo argomento, quello delle abilità digitali da apprendere, siano ancora da portare a galla e da soddisfare anche nel nostro territorio.
E questi adulti ancora a scuola sono quelli “fortunati”: hanno un pc a casa, hanno una qualche linea internet attiva a casa, hanno avuto la possibilità di aprire e scrivere e-mail.
Ma altri non sono stati così “fortunati, quindi non hanno neppure potuto essere impegnati e determinati. Dovremmo dare loro un’altra possibilità!
A documento della esperienza degli adulti ancora a scuola di digitale, riportiamo le frasi di Pieranna.

30 aprile 2020: molto contenta per la video lezione (è solo la seconda che riesco a vedere) e prof. non se la prenda se non funziona perfettamente, è bello anche vedersi con tutti ogni tanto e in quanto ai “REPETITA” io ne ho una grande necessità ahimè e quindi non mi fanno che piacere.

Poi giorni più tardi, verso il termine del corso:

“Solo la video lezione riesce a buttarmi giù dal letto come ai tempi del lavoro ed il marito (lui si alza prestissimo) mi guarda stupito: “ti senti male?” “no certo” rispondo a malapena perché fino alle dieci non connetto e sono molto irascibile. In famiglia mi guardano prendendomi bonariamente in giro ma non fiatando quando sono al computer e non lamentandosi se l’orario del pranzo varia e le cose da fare in casa si accumulano: GRANDE COSA. Per quanto mi riguarda è un filo importante di comunicazione con l’esterno in questo periodo di lockdown: permette di non pensare troppo al Covid, è un impegno piacevole e coinvolgente arricchito dagli scritti del Prof dove noi “giovani” e appassionati alunni ci ritroviamo con gusto. Credo che al termine del corso mi mancherà questo impegno cadenzato dai compiti, le video lezioni, i messaggi WhatSapp. A proposito: ho finalmente limitato l’uso del mio vecchio Nokia a favore dello smartphone con contratto scaduto da due anni, per quanto lo usavo: GRANDE COSA anche questa. Il lavorare a casa ha dei vantaggi: si sceglie il momento, non c’è l’ansia da prestazione e nello stesso tempo si accoglie con gratitudine il suggerimento del prof o lo spintone che ci permette di uscire da situazioni ingarbugliate e bloccanti. Nei rapporti con i nipotini piccoli è molto positivo avere in comune un linguaggio in più e Elena di prima media è felice quando riesce a insegnarmi qualche cosa. La grande (quinta liceo) mi guarda con affettuosa compassione ma, tutto sommato, mi sembra soddisfatta della nonna che bene o male si mette in discussione e cerca di andare avanti. La mia preoccupazione è quella di smettere di cimentarmi con passione tra termini misteriosi, cliccate micidiali (quando parte tutto) e tentativi di dare ordine a risultati pericolanti e precari, per questo spero ardentemente possa esserci un secondo corso da lei diretto prof. nel frattempo saluto tutti e grazie. Pieranna”.

Il gran numero di adulti con scarse competenze digitali di base rappresenta un grave ostacolo al raggiungimento di una società inclusiva e alla riduzione delle disparità sociali. Troppi pochi adulti hanno accesso a risorse per l’apprendimento degli adulti, e questo ha un impatto reale sul loro sviluppo personale e sulle prospettive occupazionali.

The large number of adults with poor basic digital skills represents a major obstacle in achieving an inclusive society and reducing social inequalities. Too few adults have access to adult learning resources, and this has a real impact on their personal development and employment prospects.

La discussione riguarda i seguenti argomenti:
inclusione digitale
ostacoli all’accesso digitale
insegnamento a distanza
come rimodellare l’educazione degli adulti ai tempi di Covid-19.