Crea sito
adulti ancora a scuola

Domanda a bruciapelo sul Tempo Sospeso

Abbiamo chiesto agli adulti ancora a scuola: “Che cosa vi viene in mente ascoltando la espressione ” il tempo sospeso”? Quale spiegazione o Giustificazione vi viene in mente? Non è uno scherzo, potete rispondere? Con tante o con poche parole, come volete.

 F S  29 dic 2020
Io penso che sia impossibile. Il tempo viene consumato continuamente, non è un caffè sospeso.

 M R  29 dic 2020
“Il tempo sospeso”. Così alla prima lettura mi viene in mente la frase che Virgilio rivolge a Dante nel canto dell’Inferno. “Io era tra color che son sospesi”. Sospeso; appeso in alto, senza punti di riferimento quindi forse con la possibilità di cadere nel nulla , ma anche interrotto, essere in uno stato di incertezza, di attesa…… Ora noi ci troviamo in tempo di pandemia, un “tempo sospeso” fermo , in attesa di qualcosa che ponga fine a questo…il tempo sospeso è anche tempo del silenzio, forse. Però non dobbiamo sprecarlo, possiamo ripensare al senso profondo della nostra vita, a fare qualcosa di utile agli altri, leggere, studia re, fare ciò che per vari motivi non abbiamo potuto mai fare, quindi capire finalmente che in un attimo possiamo perdere tutto e che ogni attimo non tornerà più… Però dopotutto… domani è un altro giorno.

 M L  29 dic 202
Forse è uno stato d’animo. Penso all’attesa della fine di un incubo o di una risposta a cui teniamo molto,   all’incertezza per la soluzione di un problema… Momenti sospesi, non però attraversati da un pericolo che sembra non avere soluzione (la vita sospesa ad un filo). Un tempo vago, incerto, ansioso, ma con la speranza che tutto si risolva positivamente. Un’attesa di vita vera, vissuta, dinamica (che, confidiamo, ci sarà…), da vivere ora scavando in noi stessi, ponendo attenzione attorno e dedicandoci alla lettura per conoscere e diventare migliori di quello che siamo.

 E S  29 dic 2020
Dicendo “il tempo sospeso” mi viene subito in mente cose che non sono state realizzate. Magari per mancanza di tempo, perché non era il momento giusto, può darsi che non era l’età adatta, oppure si sono accavallate situazione che erano più importanti, oppure, forse, non rese possibili per mano d’altri. Comunque, se sospese, si capisce che sono ancora lì… É in attesa…. E’ diventato un abitudine a Napoli lasciare il “caffè sospeso”, una “pizza sospesa”. Lasciati pagati, sospesi per una persona meno fortunata. In questa pandemia il tempo è stato veramente sospeso. Abbiamo lasciato tante cose indietro, sospese, ma con la speranza che si possano riprendere in mano le nostre vite al più presto.

 P M  29 dic 2020
L’espressione “tempo’ sospeso” in questo momento mi riporta alla mente il momento difficile che stiamo vivendo a causa della pandemia. Questo è un tempo di incertezza di ansie di cose e di momenti non vissuti.

 R P  3 gen 2021
“tempo sospeso”: se mi capita, con qualche attesa, prego. Il passato: non posso piangermi addosso, il futuro tutto si aggiusta. Vivo ogni attimo del presente.

 D B  29 dic 2020
Subito mi viene in mente un periodo di ansia, di attesa. Ansia per una risposta medica, ansia per una telefonata che tarda ad arrivare, ansia per qualcuno che sta male, ecc

 F T  29 dic 2020
Il tempo continua a scorrere inesorabilmente nonostante che a noi talvolta piacerebbe fermarlo o “sospenderlo”, quando abbiamo bisogno di prendere delle decisioni importanti e avremmo bisogno di tempo per farlo, quando abbiamo bisogno di un “momento di riflessione”. É illusorio “sospendere” il tempo, perché in quel caso il tempo decide per noi.

 L G  29 dic 2020
L’espressione “il tempo sospeso” l’ho collegata a questo periodo di Covid19. Il tempo della vita piena di un anno fa e il tempo sospeso con le sue limitazioni in questo periodo di pandemia.

Puoi ancora dire la tua. Commenta e il tuo pensiero apparirà qua sotto!

We are going to ask adult learning in Unitre Barga English Conversation the same: “What do you think about SUSPENDED TIME (hanging time)? Which justification or explanation can you give? It’s not a trick, do you want write something responding? You can use as many words as you want.”

….. we are awaiting ………….

Qui sotto un contributo visivo sul rapporto tra spazio e tempo, prima e oggi con il coronavirus

2 Risposte a “Domanda a bruciapelo sul Tempo Sospeso”

  1. Rileggendo l’articolo,ho fatto altre riflessioni. Il tempo sospeso può essere anche un tempo da dedicare a se stessi (naturalmente riferito agli adulti) per esercitare il libero pensiero, per essere teste libere.
    Mi viene in mente che nel mondo classico l’otium (contrario a negotium) è momento di quiete, libertà, da vivere in pace, senza fretta, magari dedicandosi agli studi, un tempo necessario per capire l’esistenza.
    Riguardo all’uso del mezzo informatico, ormai convintami della necessità della prima alfabetizzazione (pur con qualche difficoltà), mi pongo delle domande sull’uso dei social in genere.
    Si è liberi quando si usano i mezzi informatici quasi di continuo (non mi riferisco all’uso per lavoro, studio o contatto di vera relazione)?
    Mi domando: come viene strutturato il cervello di un bambino che maneggia tali strumenti prestissimo e per molto spazio del suo tempo libero, avendo vicino spesso adulti distratti?
    I genitori se lo domandano?
    Forse occorrerebbe anche una filosofia dell’informatica.
    L’uso della lingua italiana in questi mezzi è spesso scaduto, è una lingua che talora non si riconosce, con errori ortografici e sintattici frequenti che influiscono negativamente sul discorso e, quindi,
    sulla mente umana.
    Se il mezzo non rimane quello che è, uno strumento, finisce con imprigionare la mente (non è il rischio che corre il nostro Laboratorio di Informatica e per questo lo frequentiamo).

  2. Alcuni mi segnalano che i commenti no arrivano a destinazione o non vengono pubblicati, quindi scrivo questo messaggio come per testare la funzionalità del sito. Per impostazione dopo aver scritto il commento dobbiamo lasciare dei dati richiesti e passare per la CAPTCHA per dimostrare di non essere un robot, poi si clicca per inviare il commento. Il commento quando arriva sul server viene subito pubblicato se l’autore/autrice è già conosciuto, altrimenti si ferma fino alla approvazione e dopo di essa risulta in pubblico. Questo passaggio è necessario per stoppare lo spam che ce la fa a superare le difese del sito o per fermare la maleducazione.
    Se non arrivano al server, significa che non è andata a buon fine la procedura di inserimento e invio. Va riprovato. Quindi se temete che possa accadere anche a voi, prima di procedere all’invio selezionate il vostro scritto e copiatelo, così evitate di scocciarvi a riscrivere di nuovo il commento o evitate di abbandonare delusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.